Karaoké Azzurro - Adriano Celentano

Cet enregistrement est une reprise de Azzurro rendu célèbre par Adriano Celentano

Formats inclus :

CDG
MP4
WMV
KFN
?

Le format CDG (également appelé CD+G ou MP3+G) est compatible avec la majorité des machines karaoké. Il comprend un fichier MP3 ainsi que la synchronisation des paroles.

Ce format est reconnu par la majorité des appareils (Windows, Mac, iPhone, iPad, Android, TV Connectées...)

Ce format est adapté au logiciel Windows Media Player installé par défaut sur la majorité des ordinateurs grand public.

Ce format est compatible avec le lecteur de karaoké KaraFun Player. Il permet d'ajouter ou retirer les choeurs, le guide vocal, changer le tempo, la tonalité...

Votre achat vous permet de télécharger cette vidéo dans tous ces formats, et ce sans limite.

À propos

Tonalité identique à l'original : Si♭

Date de sortie : 1968
Styles : Pop, En italien
Auteur : Vito Pallavicini
Compositeur : Michele Virano
Auteur-Compositeur : Paolo Conte

Les titres à télécharger sont des playbacks bande orchestre, et non la musique originale.

Paroles Azzurro

Cerco l'estate tutto l'anno e all'improviso eccola qua
Lei è partita per le spiagge e sono solo quassù in città
Sento fischiare sopra i tetti un aeroplano che se ne va
Azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me
Mi accorgo di non avere più risorse senza di te
E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri al'incontrario va
Sembra quand'ero all'oratorio con tanto sole tanti anni fa
Quelle domeniche da solo in un cortile a passeggiar
Ora mi annoio più di allora neanche un prete per chiacchierar
Azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me
Mi accorgo di non avere più risorse senza di te
E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va
Cerco un po' d'Africa in giardino tra l'oleandro e il baobab
Come facevo da bambino ma qui c'è gente non si può più
Stanno innaffiando le tue rose non c'è il leone chissà dov'è
Azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me
Mi accorgo di non avere più risorse senza di te
E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va
Azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me
Mi accorgo di non avere più risorse senza di te

Toute reproduction interdite

Signaler une erreur dans les paroles

Envoyer Annuler